Un’estate al femminile
Home News Un’estate al femminile

Un’estate al femminile


Questo pomeriggio Marco Bergonzoni, responsabile Calcio Uisp Bologna, e Daniele Metalli, direttore sportivo del Fossolo, hanno presentato “Estate al femminile”, un’iniziativa che dal prossimo luglio (proprio in viale Felsina) permetterà alle donne di tutte le età di avvicinarsi al pallone.

Presenti anche la consigliera comunale Roberta Li Calzi e il presidente del Circolo Fossolo Enzo Gandolfi: che in apertura, ha fatto gli onori di casa salutando gli ospiti.

“Sono molto contento di questa iniziativa, che dimostra una grande sensibilità verso il calcio femminile: parliamo di un realtà in grande crescita, e noi siamo orgogliosi di partecipare”

La parola è poi andata a Marco Bergonzoni, che ha raccontato la genesi dell’iniziativa.

“Quando Daniele Metalli mi ha proposto questo tipo di attività non ho potuto rifiutare: e conoscendo Roberta, che è calciatrice e grande appassionata di pallone, l’ho subito coinvolta. Dal canto nostro come Uisp sono diversi anni che puntiamo sul calcio femminile: le ragazze che giocano sono sempre di più, e se da un lato la pandemia ha fatto da ostacolo, adesso c’è l’estate alle porte a venire in aiuto. Da qui l’idea di dedicare un mese, il prossimo luglio, all’avvicinamento al calcio femminile, sperando che a settembre poi in tante si lancino in questa direzione. Si sta rompendo un tabù, faccio un grande applauso al Fossolo per aver sposato questa causa.”

La parola poi alla consigliera Roberta Li Calzi, già calciatrice in passato del Bologna.

“Ringraziando tutti per l’ospitalità, ne approfitto anche per portare i saluti di Matteo Lepore, che non è potuto venire all’incontro, ma dice di sentirsi ottimamente rappresentato da una calciatrice. Dal canto mio non posso che sposare questo progetto, che spesso possa fare da vetrina non solo per il movimento, ma anche per la ripartenza di tutto lo sport. So perfettamente della storia difficile che ha vissuto in passato il binomio donne/calcio: e iniziative del genere in tal senso sono ossigeno puro, per dare una mano alle bimbe che vogliono avvicinarsi, sperando si possa creare un circolo virtuoso tra istituzioni, famiglie e tutto il mondo sportivo in generale. Bologna ha tutte le caratteristiche per fare da portabandiera del movimento, è una battaglia che riguarda tutti.”

Non è mancato poi il contributo del presidente del Fossolo, Stefano Monti.

Parlando di ere geologiche fa, posso dire che ho avuto un’esperienza all’estero dove ho potuto coltivare la mia passione per il calcio a livello dilettantistico: le squadre erano miste, una cosa molto avanti per i tempi. Inutile poi precisare che quella nazione dove mi trovavo, è oggi campione del mondo in carica: è giusto dunque proseguire, anche qui da noi, in un percorso del genere”.

La parola poi al direttore sportivo Daniele Metalli, che ha presentato il programma dell’iniziativa.

Gli allenamenti avverranno al campo Felsina, dove c’è un sintetico di nuova generazione, e si lavora in sicurezza nel rispetto delle norme. Le ragazze che verranno ad allenarsi (ed è aperto davvero a tutte: dai 6 ai 99 anni!) si alleneranno con professionisti del settore, preparatori ed allenatori. Gli allenamenti saranno divisi su tre giorni (lunedì, mercoledì e venerdi) con orario fisso dalle 18 e 30 alle 20: due giorni si farà la preparazione, poi la partitella. Ringraziando la Uisp per la grande mano che ci dà, estendo l’invito a tutte le ragazze che vogliano cimentarsi nel gioco calcio: dalle più piccole alle adulte. E anche oltre…”

Conclusione con la domanda di Marco Bergonzoni a Roberta Li Calzi: quali consigli dare a una giovane che vuole avvicinarsi al calcio?

Da veterana del settore dico che l’importante è buttarsi e provare: poi magari ti piace o no, ma finchè non ti butti non lo scopri. Dal canto mio posso dire che il solo tocco, del pallone in campo, mi ha fatto scattare una passione che ho portato avanti poi per tutta la vita. Quindi posso solo dire: niente paura…lanciatevi in questa sfida!”.

 

 


Share the news!